Fuggendo dalla pressa mediatica

Ama e non pensare di Raffaele Morelli

Posted by on Feb 5, 2014 in I Miei Libri | 1 comment

Ama e non pensare di Raffaele Morelli

Raffaele Morelli è  spesso presente nei talk show. Odiato o amato dal pubblico, per il suo modo di esprimersi spiazzante e provocatorio sull’aspetto della vita che da più senso alla nostra esistenza : l’amore.

Incipit libro

 Ama e non pensare

“Ama e non pensare” colpisce il lettore già nel titolo. Suona un campanello d’allarme.

Fastidioso per una persona razionale, che vorrebbe controllare, catalogare definire ogni aspetto della sua vita e, a maggior ragione, quello più importante, l’amore.

Liberatorio per coloro i quali, in nome dell’amore (amore?) si sentono così autorizzati a vivere senza pensieri, senza interiorizzare le emozioni sedimentandole in sentimenti. Fermandosi alle apparenze, mascherando l’assenza di responsabilità con la rimozione del senso di colpa.

Entrambe le prese di posizione sono schiave di un pensiero, razionale o eccessivamente istintuale. Pensieri che generano squilibrio nella nostra vita. Soccombiamo ad una o all’altra parte di noi stessi annaspando per trovare l’equilibrio.

Repressi o finti felici, ci arrendiamo restando immobili o cerchiamo freneticamente qualcosa che non sappiamo definire.

E’ un libro che va letto tra le righe, attraverso il fare estremo e provocatorio di Morelli. Se prendiamo alla lettera i suoi

moniti e inviti che sembrano incitarci a perdere il senno, la lettura del libro risulta irritante o inutile.

Il suo scopo è forse creare in noi quel caos da cui scaturisce la nostra creatività, per comprendere ognuno con la propria sensibilità la vera essenza del libro.

Trovare un punto di contatto tra l’amore e noi stessi , tra razionalità e istinto.

Senza adeguarci a nessun modello precostituito dalle consuetudini.

Cogliendo inoltre la contraddizione di fondo di Morelli: scrivere manuali ( regole!?) su un argomento per esaltarne l’istintività, spronandoci ad abbandonarci ad essa.

Sembra che tutti, dopo averlo letto siano autorizzati a lasciarsi andare con chiunque capiti loro a tiro.

O che coloro i quali vivono un’unione stabile appagante da tanti anni non abbiano capito nulla dell’amore e della vita.

L’amore non puo’ prescindere dalla razionalità, la razionalità resterebbe sterile esercizio senza l’amore.

Esistono altre componenti nella nostra vita a renderla piena e appagante : la sincerità, la lealtà, il rispetto di noi stessi e degli altri. Appartengono alla sfera dei sentimenti.

Siamo fatti di molto di più che la nostra sessualità. Se la vivessimo fine a se stessa saremmo solo metastasi dell’amore.

E alzi la mano chi vorrebbe vivere l’amore con un patner che ti fa sentire emotivamente, affettivamente, costantemente come sull’orlo di un burrone, in punta di piedi , spalle al vuoto per la sua inaffidabilità e immaturità !

L’amore è costruzione in noi stessi, insieme alla persona che sa, amandoci, stimolare la nostra creatività, esaltare i nostri punti di forza, fare dei nostri difetti un pregio. Senza disperdere nel quotidiano tutto questo. Cercando nuovi orizzonti , più ampi insieme. E ‘ così  che la sessualità sarà totalmente appagante, coinvolgendo tutto di noi.

Escludendo il progettare troppo,  volendo vederne l’infinito o la fine ancora prima di viverlo.

Significa far emergere i nostri talenti attraverso l’amore, senza porre mutilanti obbiettivi, innamorati di noi e della vita, oltre ogni eccessivo pensiero razionale.

E se si ha la fortuna di incontrare  una persona con la quale vivere l’amore in questo modo, che male c’è a volersela tenere stretta ?  L’amore va sì accolto, ma anche onorato, custodito, essendo il più nobile dei sentimenti.

Forse Morelli, con i suoi manuali, se siamo in grado di leggerli al di là delle provocazioni, vuole solo aiutarci a saperlo riconoscere.

Evitiamo, seguendo il suggerimento di Morelli, di formare il pensiero :” questo libro possiede la verità ! “.

In un momento storico che vive di precariato, Morelli adegua la sfera dei sentimenti al sociale. Nulla durerà mai, tanto vale non spendersi emotivamente e cogliere l’attimo, e l’attimo, e l’attimo….basta non pensare! Altrimenti sono guai!

Perchè è questo che capirà o vorrà capire la maggior parte dei lettori.

Senza pensare, senza riflettere.

Il banale eletto a manuale.

E se invece…pensassimo ad amare ?

Da leggere perchè

Per essere spiazzati, e conoscersi meglio attraverso questa sensazione. E saper scegliere..

Tu cosa ne pensi…..lascia un commento

(3 / 5)

 

 

 

One Comment

Join the conversation and post a comment.

  1. gloria

    penso questo: si possono fare progetti d’amopre, sposarsi però Morelli dice un cosa grandissima …. L’AMORE NON SI PUO’ STIMOLARE, L’AMORE TRA DUE PERSONE E’ SPONTANEO, NON SI AMA PER FORZA…… inoltre c’è un amore-affetto che va oltre la sessualità … ma per sessualità non si intende penetrazione ma tutto l’eros il desiderio il miscuglio totale con l’altro …. UN GRANDE AFFETTO-AMORE LO ABBIAMO PER I GENITORI, FRATELLI, AMICI …..CI SI METTE INSIEME PER AVERE UN ALTRO FRATELLO? E poi cosa è sicurlo? La madre si sforza di amare il figlio? Insomma nei sentimenti non ci si sforza …. Nei movimenti si può farlo, aiturare, styare vicini, certo, MA NON CONFONDIAMO LE COSE …POSSIAMO STARE CON QUALCUNO E NON ESSERCI, NELLA VITA NULLA E’ CERTO, MA SE LA VITA HA UN PIANO PER NOI CI FARA’ FARE COSE CON NATURALEZZA. Morelli non è un guru, perchè alla fine dice ascolta te stesso, come hanno detto i saggi di tutti i tempi. COSA E’ GIUSTO O SBAGLIATO? NON SAPPIAMO NULLA …. NE SE CI SAREMO DOMATTINA, IO HO PROVATO AD ACCETTARE I SENTIMENTI SPIACEVOLI, FUNZIONA, PERCHE’ NON SI PUO’ SOPPRIMERE UNA PARTE E COSI SI SENTE FORTE ANCHE L’ALTRA. Non si tratta di farsi lavare il cervello ma LASCIARSI ANDARE AL PROPRIO MODO DI VIVERE, ASCOLTANDOSI, E’ GIA MOLTO. POSSIAMO PRETENDERE QUALCOSA DAGLI ALTRI’ NO. POSSIAMO SAPERE SE ALTRI CI SARANNO’ NO, E QUANTE VOLTE NON SAPEVAMO COSA SCEGLIERE POI D’IMPROVVISO HABBIAMO FATTO UNA SCELTA. ANDATE OLTRE LE PAROLE, E VEDETE SE C’E DEL VERO

Leave a Comment

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Visit Us On FacebookVisit Us On TwitterVisit Us On Instagram