Fuggendo dalla pressa mediatica

E tu, non guardi mai la televisione?

Posted by on Feb 18, 2014 in Media | 2 comments

E tu, non guardi mai la televisione?

Succede di trovarsi in un contesto qualsiasi

L’aperitivo con gli amici, l’attesa dal medico. La fila davanti alla Posta.
L’aperitivo con gli amici porta a confidenze personali, vuoi sapere se l’amica di una vita è finalmente riuscita a realizzare un sogno nel nuovo lavoro.
Se è felice in amore.
Sei sinceramente interessato alla persona che hai davanti.

Le altre due situazioni, scatenano un sordo mutismo o una lamentela loquace, che inesorabile si alza di toni ad ogni intervento degli astanti.

Le disavventure sanitarie o burocratiche dei partecipanti alla coda sono accolte da sguardi attenti, poderosi cenni d’assenso con la testa e l’incontenibile voglia di raccontare la propria esperienza appena l’oratore invasato cederà la parola.

Una volta messi sul tavolo, gli incresciosi fatti stanno lì, freddi e grigi.

Un momento di raccoglimento silenzioso ne contempla l’ingiustizia, l’assurdità, il surreale che cade nel ridicolo.

Finchè qualcuno parla dell’articolo sul giornale, del post sul social network, della trasmissione televisiva che hanno parlato di un fatto analogo a Milano, Palermo o Treviso.

IO non guardo MAI la televisione!

L’affermazione compiaciuta è accolta da un meditativo silenzio.

Gli astanti, nel loro intimo, si dividono tra chi prova soggezione di fronte a cotanta sublime intelligenza, e coloro i quali pensano di aver di fronte la prova dell’esistenza degli alieni tra noi.

Meriterebbe un sano confronto, questo momento. Ma la porta del medico si apre e..”avanti un altro!” All’ufficio postale il numero statico sul display prende vita e scatta nel successivo.

L’argomento cade nel vuoto, i quesiti restano senza risposta.

I partecipanti alla coda, torneranno a casa con alcune domande in testa :

 Sarà poi così vera l’affermazione appena udita? E poi, è meglio o peggio non guardare la televisione, non accedere a internet, insomma chi rifiuta a priori queste forme di comunicazione è un saggio o solo ha paura di quanto potrebbe conoscere?

E tu, te la senti di affermare …io non guardo mai la televisione?
Sono curiosa di leggere il tuo commento…

 

2 Comments

Join the conversation and post a comment.

  1. Barbara

    Leggere questo post mi ha fatto ricordare di quando i miei nonni avevano comprato il primo televisore. Non ero ancora nata ma mi era stato raccontato da mio papà e mi sembra di vedere i volti sorridenti ed emozionati dei miei nonni per la novità. E io probabilmente ho preso da loro perché mi piace la televisione e mi rilassa guardarla! Non posso dire che io non guardo mai la televisione…

    • Lu

      Ciao Barbara!
      Grazie per il tuo commento! E’ molto bello ed evocativo il tuo commento. La Televisione negli anni che che ricordi tu fu un mezzo divulgativo, i programmi erano pensati per educare, far conoscere agli Italiani del dopoguerra tra cui molti ancora analfabeti, la nostra Storia, i classici della letteratura con i famosi romanzi sceneggiati. La scelta tra programmi e reti diverse quasi non esisteva. Chissà se è meglio quello che ci ha portato il progresso, e se qualcosa dovremmo tenere e qualcosa lasciare per progredire più consapevolmente.

Leave a Comment

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Visit Us On FacebookVisit Us On TwitterVisit Us On Instagram