Fuggendo dalla pressa mediatica

L’abitudine uccide l’amore

Posted by on Giu 2, 2014 in Intorno a noi | 0 comments

L’abitudine uccide l’amore

E’ un  detto prismatico mutevole e sfaccettato usato e abusato a seconda dei Tempi.

 

 

 

 

 

Lo declamavano già in passato adattandolo ad anni diversi dai nostri.
Era allora un mantra da ripetersi incessantemente come il muezzin ripete le preghiere della sera dalla guglia più alta della Moschea per restare dentro un’unione senza aspettarsi nulla di più che mutuo soccorso.
Erano i tempi in cui cercare l’amore significava avere i grilli per la testa.

La Società offriva stabilità, certezze lavori sicuri vite definite e immutabili.

Poi avere certezze  è passato di moda.
Si correva il rischio di schiantarsi contro quei muri mandandoli in  mille pezzi.
L’abitudine uccide l’amore! E’ detto per mettere in ridicolo l’amore borghese.

La Società offre dubbi, contraddizioni cercando alternative.

Si inseguono emozioni inciampando negli sguardi in questi momenti in cui la grande certezza è che non esistono certezze.
A quanto ci dicono. Coloro i quali  non possiedono la capacità di cambiare restando abbracciati stretti alle loro, di certezze.
L’abitudine uccide l’amore!
E’ più facile cercare al di fuori un’emozione, che saperla, volerla ri-trovare insieme al compagno o compagna di vita.
Richiederebbe, questo sì, mettersi davvero in gioco! Molto diverso dal giocare alle facili emozioni condivise per momenti evanescenti con sconosciuti.
Le frasi fatte imposte e ripetute per tenerci emotivamente instabili, e per questo manovrabili e incerti su noi stessi, sono modi
 per tenerci in bilico su tutto.
Da parte di coloro i quali dovrebbero saper decidere sul nostro futuro e non sanno o non vogliono assumersene la responsabilità.
Una Società di eterni adolescenti, l’età dell’uomo oggi preferita, essendo l’età in cui ci si sveglia ai piaceri dell’età adulta, senza la fatica di assumersi responsabilità che ci farebbero crescere.
E il rapporto Uomo/Donna, resta , per questi uomini e donne del presente travestiti da eterni adolescenti qualunque sia la loro età, un gioco di ragazzi, senza propositi, senza durata, e senza fatica. Leggero, transitorio e incruento.

Salvo poi reclamare una continuità, quando il Tempo lo esige.

Così esprimiamo il vuoto e il nulla di cui siamo circondati, volendo risparmiarci l’esperienza del crescere. Perché creare un n uovo individuo, richiederebbe la capacità di guardare dentro l’abisso del nostro essere.

Preferiamo accontentarci di passioni mediocri. Effimere e senza traccia alcuna nella nostra anima.
Forse, sta tutta qui, la prepotente ricerca d’amore che urla dai social. Urla mute, senza sonoro, senza riscontro con la vita vera.

La Società offre…il Nulla! 

In Luoghi sconosciuti esistono Coloro che sanno.
Attenzione! Potrebbero essere i nostri vicini di casa, o quella coppia che passeggia per mano sulla spiaggia.
Persone come noi all’apparenza. Ma lontanissime da noi nei loro cuori. Se ne sono fregate dei luoghi comuni, dei dettami della Società.
Hanno fatto silenzio intorno a loro togliendo l’audio al rumore del Nulla.
L’abitudine uccide l’amore! Sorridono guardandosi complici a sentire queste parole.
Non ascoltano che le onde del cuore che entrano in risonanza con tutto ciò che le circonda.
Hanno smesso di essere Tu ed Io nel momento in cui la risonanza del loro cuore li ha fatti diventare Noi.

 

 

Lascia un commento

Cosa è per te l’abitudine?

Leave a Comment

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Visit Us On FacebookVisit Us On TwitterVisit Us On Instagram