Fuggendo dalla pressa mediatica

Tradizioni e diversità : i Ballunetti

Posted by on Mar 16, 2018 in Intorno a noi | 0 comments

Tradizioni e diversità : i Ballunetti

Il Mondo sembra diventato un Unico Luogo.
Invaso da una nuova barbarie: l’omologazione che azzera le diversità.
Da sempre associata allo straniero, alla diversità, al concetto di “altro da noi”, con il quale era difficile instaurare un qualsiasi sistema di relazione, che non fosse una guerra, la barbarie oggi consiste, invece, nell’annullamento di valori e identità.
Le diversità si respingono in nome di una visione manichea del senso di civiltà.
Oramai un progressivo ma visibile processo di omologazione tende all’azzeramento di ogni diversità soprattutto interna ed è l’unica barbarie da cui difenderci.

Coltivando con cura, rivalutando tradizioni e riti che sono la vera identità di ogni popolo. Perché appartengono alla sua Storia e ne rappresentano la continuità.

Ogni anno, in occasione della Festa Patronale del 18 marzo, i Savonesi accendono i “Ballunetti”.
Termine dialettale con il quale si definiscono lanterne di carta di vari colori, con all’interno una candela, da appendere ai balconi.
La sera della Festa Patronale, la città assume un alone suggestivo, propiziatorio, di buon augurio, con tutti quei lumi accesi sulla notte.
Un momento che appartiene solo a Savona e ai suoi abitanti.

 

Sera
Il momento in cui
raccogliamo frammenti di giorno
echi di attimi
note di voci

Nel silenzio
che il sole
pretende
quando abbraccia la luna
lasciandole addosso
il suo calore

A illuminare
il buio della notte
della segreta luce
nella quale abitano i sogni

Le finestre sono quadri
mutevoli e attenti
sulla mia città

Impercettibili
ma inesorabili
i particolari
cambiano
nell’avvicendarsi
del Tempo

Sono le orme
che gli uomini tracciano
sul Mondo
rigandone la superficie

Senza le quali
le nostre finestre
sarebbero solo
immagini mute

Dove tutto è buio
Dove manca il respiro

E cerchi
la sera
nel chiarore
tra luna e sole
tracce di appartenenza
alla tua città

Sui suoi muri
spigoli
facciate
tetti
racchiusi
nel quadro della tua finestra

Esiste
Una Sera
che è solo
di Savona

Una Sera in cui
nei suoi muri
spigoli
facciate
tetti

Punteggiati
dalle colorate luci
dei Ballunetti

Ritrovi tracce
orme
di un’appartenenza
lontana e presente
nel mutevole
avvicendarsi
del Tempo.

 

Poesia di Luciana Berello
Fotografia di Giovanna Ferrari

Leave a Comment

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Visit Us On FacebookVisit Us On TwitterVisit Us On Instagram